Immacolata Pannone e Nicola Sasanelli, La cooperazione internazionale con i Paesi extra UE

La cooperazione internazionale fra diversi Paesi consente di attuare un profondo confronto tra le radici storiche e culturali delle singole popolazioni. La cooperazione nasce dall'esigenza, da parte del singolo, di conoscere nuove realtà, di porsi in un contesto diverso, sotto il profilo culturale, ambientale e linguistico, da quello del proprio vissuto quotidiano. Uscire dall'ambito usuale, esperire in modo diretto o indiretto un altro mondo, consente di alimentare la consapevolezza di fare parte di un contesto più ampio che ci sta attorno. Di qui il concetto di cooperazione, ovvero di solidarietà verso popolazioni socialmente più marginali che ci considerano spesso come modello da perseguire.

La cooperazione ha come effetto il favorire lo scambio d'idee e di esperienze tra diversi Paesi, e poi successivamente lo scambio di servizi e di merci, il tutto orientato a promuovere il processo d'internazionalizzazione che porta, come ha portato l'Italia nel contesto Europeo, ad un ampio processo d'integrazione politico, economico, finanziario e monetario.

[...]

La cooperazione e la conseguente internazionalizzazione necessita di una politica di 'sistema'. ovvero di una forte integrazione fra le politiche estere Comunitarie, Nazionali e Regionali che consenta al singolo, all'impresa ed all'amministrazione pubblica di operare all'estero non da soli ma, di essere supportati e sostenuti da un programma strategico di sistema. [...] (dall'introduzione degli Autori)

7,75 €
Please select variants first