Beppe Sechi Coppello, Breve storia delle biblioteche di Alghero, s.p.i.

L'idea di raccogliere notizie sulle biblioteche in Alghero Beppe Sechi la maturò per caso. Tanti anni fa passeggiando lungo la via Carlo Alberto, discutevamo come impostare la Storia di Alghero e del suo Territorio, che dovevo editare e come organizzare la gran mole di materiale che egli aveva raccolto con certosina pazienza, spinto dall'amore che nutriva per la sua città "di adozione" lui nativo di Genova. [...]. La moglie Tersilla, anche lei genovese, aveva preso ad amare e a vivere Alghero con la stessa passione del marito. E grazie a lei, infatti, che vedono la luce le opere che Beppe, purtroppo, non ha fatto in tempo a pubblicare. Il materiale raccolto ed elaborato è notevole per qualità e quantità; ci racconta una storia, un modo di vivere, che ormai è possibile definire «d'altri tempi».

Beppe Sechi aveva maturato l'idea di scrivere un'opera che, pur mantenendo il dovuto rigore scientifico, fosse leggibile da tutti i suoi concittadini, dal più piccolo al più grande, dal più colto a quello che sa appena leggere e scrivere. Voleva regalare uno strumento organico, completo, accessibile, che facesse rivivere la vita, a volte fortunata, a volte miserevole, della nostra città. [...].

Questa Breve Storia delle Biblioteche in Alghero e la raccolta degli appunti che l'Autore aveva iniziato ad elaborare. Essi sono pubblicati così come egli li ha lasciati; sarebbe stato opportuno completarli, ma il farlo avrebbe significato snaturare il suo lavoro; anche la semplice riscrittura avrebbe fatto perdere la freschezza del linguaggio e quella passione per le cose della Sua Città che traspaiono da ogni singola frase, direi quasi da ogni singola parola. Anche gli indirizzi delle biblioteche non sono stati modificati, quasi a voler bloccare la situazione al momento in cui l'Autore l'ha lasciata.

Nel frattempo molte cose nella città sono cambiate; anche le biblioteche hanno trovato sistemazione in sedi più adeguate. [...]. Ora leggendo questa Breve Storia delle Biblioteche in Alghero, lo studioso, o anche semplicemente il curioso, scopre un episodio della vita culturale della città, alla cui crescita Beppe Sechi ha contribuito non poco. (dalla prefazione di Uccio Oppes)

0,00 €
Please select variants first